domenica 31 agosto 2014

Antonia Pozzi - da "Lettere a Tullio Gadenz" __

 Perché non per astratto ragionamento, ma per un’esperienza che brucia attraverso tutta la mia vita, per una adesione innata, irrevocabile, del più profondo essere, io credo, Tullio, alla poesia. E vivo della poesia come le vene vivono del sangue. Io so che cosa vuol dire raccogliere negli occhi tutta l’anima e bere con quelli l’anima delle cose e le povere cose, torturate nel loro gigantesco silenzio, sentirle mute sorelle al nostro dolore. […]

Nessun commento:

Posta un commento