venerdì 22 aprile 2011

Simon De Beauvoir a Nelson Algren



"Mio prezioso,adorato uomo di Chicago,a Parigi penso a te,e a Parigi mi manchi.
L'intero viaggio è stato meraviglioso.Non c'è mai stata notte finchè andavamo verso est.....
Stamattina ero nel cento di Parigi.Speravo che la sua bellezza mi avrebbe aiutato a dimenticare la mia tristezza;invece no.
Oggi c'è un tempo grigio e nuvoloso;è domenica,le strade sono vuote e tutto sembra monotono,buio,desolato.Forse il mio cuore è insensibile a Parigi.Il mio cuore è ancora a New York dove ci siamo detti arrivederci;è nella mia casa di Chicago,nel mio posto caldo contro il tuo cuore innamorato.Penso che fra due o tre giorni sarà un poco diverso.Devo concentrarmi sulla vita intellettuale e politica della Francia,sul mio lavoro e sui miei amici.Ma oggi non nessun desiderio e interesse per tutto ciò;mi sento pigra e stanca,solo i ricordi mi danno gioia.Mio adorato,non so perchè ho aspettato tanto per dirti che ti amavo.Volevo essere sicura e non dire parole facili,vuote.Ma ora mi sembra che l'amore sia sempre stato lì,fin dall'inizio.In ogni caso ora c'è e fa male al cuore.
Sono felice di essere tanto infelice,perchè so che anche tu sei infelice ed è dolce sentirsi parte della stessa infelicità.Con te il piacere era amore e ora anche il dolore è amore.conosceremo la gioia d'incontrarci di nuovo.Lo voglio,ne ho bisogno e così sarà.aspettami.Io ti aspetterò.Ti amo più di come ti ho detto e forse di come sai.Ti scriverò spessissimo.Fallo anche tu..........era così bello quando mi baciavi. Ti amo.



Nessun commento:

Posta un commento